In offerta!
In una sera

In una sera di novembre

10.00€ 8.00€

In una sera di novembre è il mio terzo libro, nonché la mia seconda raccolta di poesie. Alcune poesie sono accompagnate dagli spartiti musicali realizzati dal Maestro Giuseppe Marotta, già direttore d’orchestra presso il “Gran Teatro La Fenice” di Venezia.

19 disponibili

COD: 03.

Descrizione prodotto

In una seraOttobre 2005, dopo una grave crisi depressiva Alessandro sente la necessità di raccontare tutta la sofferenza accumulata in quei tristi 15 ultimi anni di vita che l’hanno visto allontanarsi sempre più spesso dal “mondo reale” trovando rifugio in una vita parallela fatta di emozioni “virtuali” trovate in internet, amori mancati, e psicosi sempre più forti. Ricomincia a scrivere, e getta su carta tutte le sue angosce sotto forma di liriche, mentre scrive al computer una breve ed intensa biografia, “Abbiate fede…il domani sarà meraviglioso”. In una settimana finisce questo breve racconto di circa 137 pagine, e, sempre in quel periodo, compone circa 90 poesie che andranno a formare la raccolta “In una sera di novembre”.

La raccolta prende il suo titolo dalla poesia omonima, che, racconta l’autore, gli fu ispirata durante una passeggiava nel Parco della Bissuola, sito in Mestre. “Mi fermai di fronte un viale, il marciapiede era circondato da alberi colorati d’autunno,” racconta Alessandro, “e per un istante rimasi fermo nel tempo ad ammirare quello spettacolo di colori e di emozioni. Una folata di vento mi riportò alla realtà, dandomi una sensazione di vuoto e ferendo la mia anima, così rilassata ed emozionata da tanta bellezza”

E queste sensazioni si ritrovano nella poesia: “Le foglie sembrano | un fuoco, il cui colore | mi ricorda Van Gogh.”; paesaggi così colorati e così meravigliosamente vivi che il grande pittore sapeva render tristi e malinconici grazie alla sua flebile psiche e al suo grande talento. E ancora “Non c’è alcun rumore, | e gli alberi sembrano | unirsi all’orizzonte.”; l’estasi che prova ogni anima dotata di sensibilità di fronte a tanta bellezza blocca ogni contatto con il mondo esterno e lo lascia rifugiare nel suo microcosmo fatto di emozioni pure e violente… “Veloce s’alza la folata, | le foglie si staccano | dagli alberi inermi. ” e l’anima ne resta ferita: “Ed io ne rimango travolto.” …talmente violente da far risultare il ritorno al mondo reale un incubo pauroso.

Continua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Scrivi la prima recensione per “In una sera di novembre”